Home Sec. Copernico

Deledda


giochi di fine anno 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Lina Rodighiero   
Venerdì 16 Giugno 2017

Giovedì 8 giugno abbiamo festeggiato tutti insieme la fine dell'anno scolastico 2016/17 .

Noi eravamo divisi in 8 squadre e ci siamo cimentati con percorsi e giochi divertenti:

hanno partecipato anche i genitori che alla fine si sono sfidati tra loro e noi abbiamo fatto il tifo !

Per le foto clicca qui


Ultimo aggiornamento Sabato 17 Giugno 2017
 
I Solisti Veneti PDF Stampa E-mail
Scritto da Lina Rodighiero   
Venerdì 16 Giugno 2017

E' stata una graditissima sorpresa: nel mese di maggio sono venuti a trovarci I SOLISTI VENETI

E CI HANNO AMMALIATO CON UN BELLISSIMO CONCERTO

Per le foto clicca qui

 
L'orto della scuola Deledda PDF Stampa E-mail
Scritto da Lina Rodighiero   
Venerdì 16 Giugno 2017

Ogni classe ha piantato e coltivato un ortaggio diverso:

piselli, spinaci, carote, insalata, coriandolo, fragole, basilico, pomodori, fagioli...

Ed ecco il nostro orto.

clicca qui per le altre foto

Ultimo aggiornamento Sabato 17 Giugno 2017
 
più frutta a scuola PDF Stampa E-mail
Scritto da Lina Rodighiero   
Venerdì 16 Giugno 2017

Da alcuni anni aderiamo al progetto Più Frutta a scuola e in maggio tutte le classi della nostra scuola

hanno potuto visitare una fattoria che aderiva al progetto finanziato dall'Unione Europea.

Noi di 4a siamo stati ad Este alla Fattoria Morlungo....e ci siamo divertiti!

Clicca qui per le altre foto

 
al pistodromo PDF Stampa E-mail
Scritto da Lina Rodighiero   
Venerdì 16 Giugno 2017

Quest'anno siamo stati anche al pistodromo, i Nonni del Cuore e i Vigili urbani ci hanno insegnato ad andare in bici rispettando il codice della strada !

Guarda le foto, clicca

Ultimo aggiornamento Venerdì 16 Giugno 2017
 
16 maggio, gita della scuola Deledda all'Oas iRossi PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 20 Maggio 2017

Il 16 maggio tutti noi, alunni della scuola Deledda,  siamo andati in gita all’Oasi Rossi, che si trova a Santorso, Vicenza.

Appena arrivati abbiamo visto una distesa d’erba grandissima con in fondo un parco giochi e tante sculture in legno.. Ci siamo messi subito a giocare sugli scivoli, sugli anelli, nel castello, sulle altalene…. Quando è stato il nostro turno con il trenino abbiamo fatto il giro  dell’oasi e abbiamo visto i maiali, le oche, i pavoni, i lama, l’alpaca, i pony …Siamo stati  poi in un altro giardino, dove c’era la nave dei pirati e delle bellissime casette sugli alberi. Io sono salita di corsa nelle casette: mi sembrava di essere nella giungla! Poi ci siamo fiondati  nella nave e abbiamo giocato ai pirati contro i nemici.In seguito siamo andati a vedere la casa delle farfalle, lì ci ha accolto la nostra guida che ci ha spiegato la nascita, la nutrizione e la riproduzione delle farfalle e ci ha raccomandato di non toccarle. Io ero eccitatissima mi sembrava davvero di essere nella foresta tropicale, si vedevano un sacco di farfalle di tanti colori diversi …. Volevo essere una farfalla! La guida ci ha mostrato molti bruchi e anche delle crisalidi; più avanti abbiamo visto anche una piccola cascata e ci abbiamo messo in mezzo le mani per rinfrescarci perché faceva tantissimo caldo. La guida ci ha spiegato che le farfalle gialle e nere, o nere e rosse, o anche arancioni, sono quelle velenose e che hanno questi colori per difendersi dai predatori. Abbiamo visto poi un video su come il bruco si trasforma in farfalla e mi sono incuriosita molto: io ero ancora affascinata dalle farfalle che avevo visto nella serra …. Abbiamo pranzato e ancora giocato un sacco.

Nel pomeriggio abbiamo fatto una passeggiata nel giardino romantico di Villa Rossi di fine ‘800. Prima abbiamo attraversato un bosco e camminato molto, ma ne è valsa la pena perché c’erano cose che io non avevo mai visto: i tassi-cipressi con delle radici aeree che uscivano fuori dalla terra, alberi maestosi, statue e aiuole. Abbiamo visto anche un mini-tempio dove entravi e vedevi l’acquario con i pesci rossi, era bellissimo lì perché sembrava di essere nel regno del mare! Abbiamo visto dove abitava Alessandro Rossi che ha donato tutta l’oasi alla comunità.  La villa era stata costruita da un famoso architetto e affrescata con dipinti simili a quelli delle case degli antichi Romani, perché a quel tempo andava di moda così.

Alla fine eravamo stufi morti e siamo tornati a casa tutti stanchi, ma felici di aver fatto questa gita fantastica, indimenticabile!

Se vuoi vedere altre foto clicca qui

 
Ospiti speciali PDF Stampa E-mail
Scritto da Lina Rodighiero   
Venerdì 03 Marzo 2017

Venerdì 3 marzo, in occasione della settimana dello sport, noi della Deledda abbiamo avuto un ospite eccezionale: IL CALCIO PADOVA !!!

Un signore, che si chiamava Fabio, ci ha spiegato tante cose: io ho capito che ci sono molti tipi di sport e che tutti sono belli da praticare. Ho capito che bisogna sempre impegnarsi, che fare sport è importante perché ci permette di fare amicizia e fa bene al nostro corpo

È venuto a trovarci anche Matteo Mandorlini un centrocampista molto bravo, simpatico e scherzoso che  ci ha raccontato che nella sua famiglia tutti praticano uno sport e che ha cominciato da piccolo a giocare a pallone.

Dai calciatori ho imparato che il calcio è amicizia e divertimento, che il lavoro di squadra è bellissimo, che è più bello vincere insieme che  da soli, che se perdi non bisogna arrabbiarsi, perché è normale perdere: non ti devi arrendere, ma continuare; se invece vinci, non bisogna vantarsi perché nello sport non è importante vincere,  ma partecipare e divertirsi.

 

Abbiamo visto anche un video e ho capito che se tu hai un sogno nessuno può ostacolarti e impedirti di realizzarlo, perché il sogno è tuo e puoi realizzarlo anche se non diventerai un grande campione.

Alla fine  Matteo Mandorlini ci ha fatto anche gli autografi e ci ha dato i biglietti per andare a vedere una partita del Padova!!!

 

 

 

 

 

 

Alla lavagna sono state  scritte le parole importanti.

 
M'illumino di meno PDF Stampa E-mail
Scritto da Lina Rodighiero   
Venerdì 24 Febbraio 2017

Il 24 febbraio è la festa degli stili di vita sostenibili, anche noi della Deledda abbiamo partecipato alla giornata di M'illumnio di meno.

Ecco alcuni supereroi inventati da noi, bambini delle classi 4e della scuola Deledda….

 

Io sono ACQUATIC, grazie al mio telefono vado in tutto il mondo per chiudere i rubinetti lasciati aperti!

 

Io sono SUPERCLIK  giro per le case a controllare che la luce sia spenta. Grazie al mio intuito e al mio GPS, so dove andare in soccorso. Il mio superpotere spegne le luci con il pensiero,  quando indico con un dito l’interruttore. Grazie a me le persone non lasciano più la luce accesa e non sprecano più energia!

 

 

LAMPADINA-MAX ha il potere di spegnere tutto quello che guarda con il pulsante che ha sul petto

 

ENERGIA …quando esci di casa e dimentichi la luce accesa…, non chiudi l’acqua.. LEI spegne tutto, anche se non tocca l’interruttore. Con il suo sesto senso sa dove intervenire, e se salta la corrente LEI fa ripartire tutto con le sue SCINTILLE DI ENERGIA

 
Laboratorio sugli antichi Egizi PDF Stampa E-mail
Scritto da Lina Rodighiero   
Venerdì 17 Febbraio 2017

Al  Museo  degli Eremitani  siamo diventati tutti abili imbalsamatori dell’Antico Egitto.

Abbiamo partecipato al laboratorio sulla mummificazione e la  nostra esperta ci ha rivelato tutti i segreti degli antichi Egizi .

Dopo aver lavato il corpo della principessa, l’abbiamo svuotato e abbiamo messo tutto nei vasi canopi fuorchè il cuore che sarà pesato e dovrà essere più leggero di una piuma perché Neferuda possa essere accolta nell’aldilà. In seguito il corpo deve essere immerso in una miscela di natron che lo

seccherà.  Qui abbiamo stiamo già fasciando il corpo di Neferuda dopo averlo cosparso di oli profumati.

 

 

 

 

 

 

 

 

Le abbiamo messo la sua maschera funeraria e del cibo, abbiamo letto alcune invocazioni agli dei e tracciato  segni rituali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Infine ognuno di noi ha modellato uno scarabeo e poi l’ha dipinto di un bel colore blu ottenuto con polvere di  lapislazzuli. Quello sarà il ricordo della nostra esperienza di mummificatori.

 
Nonna Lydia e la giornata della memoria PDF Stampa E-mail
Scritto da Lina Rodighiero   
Giovedì 02 Febbraio 2017

Giornata della memoria

Lunedì 30 gennaio, i bambini della Deledda hanno accolto in auditorium  Nonna Lidya…. È la bisnonna di Aurora, un’alunna della 2^A: una signora dolce e decisa al contempo, amabile e sorridente, fiera dei suoi 95 anni portati con brio ed eleganza.

Nonna Lidya è  ebrea. Ha vissuto durante la 2^ guerra mondiale le ingiustizie e le privazioni causate dalle leggi razziali che le hanno impedito da bambina di frequentare la scuola e di vivere con serenità e spensieratezza la sua età.

Ha visto i bombardamenti nelle città, ha saputo delle deportazioni nei campi di concentramento, dove ha perso dei cari, ha avuto paura di essere catturata più volte, ma per fortuna una famiglia di conoscenti l’ha ospitata in casa sua, nascondendola per anni, fino alla fine della guerra.

Ci ha raccontato tante cose dolorose purtroppo, ma le sue parole sapevano di coraggio  e di passione per la vita oltre che di gratitudine per le belle cose che ha ricevuto in seguito: una splendida famiglia con 2 figli e 3 nipoti… e tanti pronipoti che la amano.

Cara nonna Lidya, Te lo meriti tutto questo amore!

Grazie per la tua testimonianza, grazie per aver condiviso con noi un po’ del tuo passato di sofferenza: ci servirà  a pensare che lavorare insieme per la PACE tra tutti i popoli è la sola fatica capace di dare dignità e valore alla vita e all’intera umanità.

Ultimo aggiornamento Giovedì 02 Febbraio 2017
 
lo scrittore Dal Cin PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 02 Febbraio 2017

Ieri, 25 gennaio abbiamo assistito allo spettacolo di Luigi Dal Cin. Lui è un grande scrittore che ha scritto più di cento libri ed è una persona che quando ti senti giù col morale riesce a strapparti un sorriso e ti fa dimenticare le cose brutte: secondo noi doveva fare il comico!!!! Aveva portato con sé un valigia piena di travestimenti e di pupazzi. Ci ha raccontato la  strabiliante  e divertente storia di una signora dai capelli rossi, noi abbiamo riso come matti per tutto il tempo. Poi ci ha rivelato il segreto per scrivere bene: bisogna osservare attentamente e con calma tutto quello che ci circonda, scrivere e poi correggere e rileggere. Alla fine ci ha fatto l'autografo!

 


Pagina 1 di 4
aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
MIUR USR Veneto Istanze on line Stipendi Pubblica
Amministrazione
Regione Veneto Provincia Padova